Farmaci cardiologici come protezione del cuore durante l’uso di AAS

200px-Tamoxifen.svg.png

I ricercatori della Università Claude Bernard in Francia pensano di aver trovato una tecnica farmacologica in grado di proteggere gli utilizzatori di steroidi contro gli attacchi di cuore. I risultati dello studio svolto su animali sono stati pubblicati sul Cardiovascular Toxicology. Questo studio mostra che la trimetazidina e la dexrazoxano evitare a dosi massicce di testosterone enantato di danneggiare il muscolo cardiaco. (1)

Anche in Francia le persone sono sempre più consapevoli che l’abuso di steroidi è un fattore (anche se relativamente piccolo) causante del numero di persone apparentemente sane che improvvisamente muoiono di infarto ogni anno. Alcune cifre: nella regione intorno a Lione, dove due milioni di persone vivono, i ricercatori hanno contato 2250 casi di persone morte improvvisamente a causa di un attacco di cuore in un periodo di 25 anni. (2) In 120 casi un atleta è stata la vittima, e in soli 6 casi è stata constata la prova di uso di steroidi.

Tuttavia i risultati sono stati abbastanza interessante per i ricercatori al fine di esaminare come l’abuso di steroidi possa causare un attacco di cuore fatale improvviso. In studi su animali, nel quale i conigli sono stati trattati con l’AAS noretandrolone, si sono osservati gli stessi effetti. L’abuso di AAS causano una ipertrofia accelerata del ventricolo sinistro del muscolo cardiaco, ciò porta l’organo a non funzionare più correttamente, così che si possono verificare eventi nefasti, probabilmente perché gli steroidi rendono il muscolo cardiaco super sensibile all’adrenalina. Cosa c’è di più, i ricercatori hanno scoperto che nelle cellule cardiache vi è un aumento della produzione di enzimi suicidi – l’indicazione che gli AAS potrebbero essere direttamente tossici per le cellule cardiache.

vastarel.jpg

Niente di nuovo finora. Le cose cambiano però quando i ricercatori iniettano ai conigli di laboratorio steroidi con nuovi farmaci, come la trimetazidina per esempio. Questo composto è venduto come Vastarel in Europa. Le cellule del cuore vengono forzate dalla trimetazidina a mantenere l’uso del glucosio come combustibile e mantenere i loro livelli di ATP. Questo è il modo con cui la trimetazidina protegge le cellule del cuore contro una carenza di ossigeno, che è ciò che accade se un importante vaso sanguigno viene bloccato.

dexra.jpg

Un altro farmaco che i ricercatori hanno provato era il Dexrazoxano. Il Dexrazoxane protegge le cellule cardiache contro i farmaci aggressivi come quelli prescritti durante la chemioterapia, e apparentemente anche contro gli antibiotici.

L’effetto protettivo di entrambi questi farmaci è stato mostrato nello studio svolto su animale della durata di tre mesi. I conigli ai quali è stato somministrato Testosterone Enantato hanno subito un danno cardiaco. Parti del tessuto sono degenerati e morti, le cellule divennero deformi, e le cellule immunitarie hanno invaso il muscolo cardiaco per ripulirlo dalle cellule morte, e i vasi sanguigni intasati. Ma questo non è avvenuto nei conigli ai quali era stata somministrata la trimetazidina e il dexrazoxano.

Prima di iniziare la sperimentazione di questi farmaci cardio-protettivi però, ricordiamoci che non sappiamo molto sulla trimetazidina e il dexrazoxano. E sappiamo praticamente nulla sulla reazione di questi composti con gli androgeni.

Gabriel Bellizzi

Riferimenti:

1- http://www.springerlink.com/content/5340075324055h27/
2- http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19027274

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...