Sustanon 250

 

Il presente articolo NON costituisce/sostituisce una prescrizione medica, il blog è l’autore dell’articolo declinano ogni responsabilità per quanto riportato nell’articolo, il quale fine è solo quello tecnico-informativo finalizzato a se stesso.

sustanon

Il Sustanon 250, sia che sia prodotto con questo nome dalla Schering, dalla Organon o da un’altra casa farmaceutica, è uno dei più diffusi e famosi tipi di steroidi anabolizzanti. A differenza di molti altri steroidi iniettabili, il Sustanon comprende una miscela di quattro esteri del Testosterone. In particolare, ogni fiala o ml contiene 30mg di Testo sterone Propionato, 60 mg di Testosterone Fenilpropionato, 60mg Testosterone Isocaproato, e 100mg di Testosterone Decanoato. Questa miscela include esteri a breve, media e a lunga durata d’azione.

Per un ciclo di steroidi, ci sono due vantaggi combinando più esteri nella stessa formulazione come nel Sustanon.

L’utilizzo di più esteri in un’unica soluzione permette un’alta concentrazione totale della molecola di 250 mg/ml senza richiedere una grande percentuale di eccipienti per la solubilità nella soluzione stessa. Questo perché la solubilità dei diversi esteri è pressoché indipendente l’una dall’altra. Così, per esempio, se una soluzione (olio più eccipiente per la solubilità) contiene 100 mg/ml di un singolo estere, potrebbe probabilmente contenerne 200 mg/ml in totale di una combinazione di esteri differenti. La maggiore concentrazione totale aggiunge una maggiore convenienza per l’utilizzatore.

Un secondo effetto di una miscelazione contenente diversi esteri a diversa durata d’azione è che il rilascio degli esteri più veloci porta ad una rapida risposta al prodotto senza attendere la lenta risposta d’azione tipica degli esteri a lunga durata quando usati da soli. Dal punto di vista medico, è auspicabile che il paziente risponda nel più breve tempo possibile al trattamento. Questo discorso vale anche per un ciclo di steroidi. Poiché il Sustanon contiene esteri di breve durata d’azione, può fornire un effetto rapido, fornendo inoltre una piuttosto lunga durata d’azione.

Dal punto di vista del Bodybuilding, questa caratteristica è utile quando un Bodybuilder ricerca uno steroide con una molteplice durata di azione. Inoltre, un prodotto che contiene diversi esteri del Testosterone come Testosterone Enantato o Testosterone Cypionato può facilmente essere utilizzato in un ciclo di steroidi anabolizzanti in abbinamento al Sustanon.

I molteplici esteri presenti nel Sustanon garantiscono un leggero cambiamento dei livelli del farmaco nel tempo. Con un estere iniettato singolarmente, dopo diverse ore o diversi giorni il livello ematico della molecola scende della metà rispetto al totale del prodotto iniettato. Successivamente il livello cala ancora arrivando ad un quarto del livello plasmatico della molecola iniettata in principio; poi il livello scende a un ottavo di quello che era in precedenza, ecc. Questo periodo di tempo è chiamato “periodo di dimezzamento”.

Per il Sustanon non esiste un periodo di tempo determinato per questo. Ritengo che dopo l’iniezione i livelli scendano a metà al 4° giorno, a un quarto al 10° giorno, a un ottavo al 16° giorno, e di un sedicesimo al 23° giorno. Oppure, se si preferisce ragionare avendo come punti di riferimento numeri in termini di percentuale, come valori indicativi i livelli scendono al 40% in 6 giorni, al 30% in 8 giorno, al 20% in 11 giorni e al 10% in 18 giorni.

Come utilizzare queste informazioni in un ciclo di steroidi? Mentre non vi è nulla di certo scritto nero su bianco, una buona scelta sulla quale lavorare è che quando il Clomifene o Tamoxifene è usato correttamente, il recupero della produzione di LH può iniziare quando i livelli di androgeni iniettati sono scesi ad un livello commisurato in 200 mg a settimana. Ovviamente, un recupero più forte si verificherà quando i livelli dello steroide decadono ulteriormente a circa la metà o meno (parlo di una produzione parziale dell’LH).

Quindi supponiamo che il Sustanon è stato somministrato a 500 mg/settimana. In questo caso l’utilizzatore avrebbe bisogno di attendere che i livelli scendano del 40% prima che il recupero possa plausibilmente iniziare. Da quanto riportato sopra, questo avverrebbe all’ incirca al 6° giorno dopo l’ultima iniezione.

Se avessimo come esempio un altro atleta che ha utilizzato un dosaggio piuttosto alto di 2000 mg a settimana, egli avrebbe bisogno di attendere che i livelli scendano al 10% rispetto al prodotto iniettato in principio. Questo avverrebbe all’incirca al 18° giorno dopo l’ultima iniezione del ciclo di steroidi.

Quanto detto riguarda la questione del tempo necessario tra l’ultima iniezione e il punto in cui il recupero incominci ad iniziare.

– La domanda che rimane per quanto riguarda l’insolita vita attiva del Sustanon è, come gestirla? –

Di solito, la determinazione della durata di azione di un farmaco iniettato è abbastanza semplice, essendo calcolata in base all’emivita della molecola e al programma di dosaggio. Tuttavia, il Sustanon non contiene un solo estere, quindi non c’è una risposta matematicamente perfetta. Comunque, possiamo arrivarci abbastanza vicino per scopi pratici.

La quantità settimanale iniettata nel primo giorno dovrebbe essere distanziata dalla successiva, in media, da 5 giorni. Cioè quando la percentuale del farmaco comincia a calare del 40%.

Se per esempio si assumono 750 mg/settimana divisi in tre iniezioni da 250 mg ciascuna, la quantità media giornaliera sarà di 107 mg/die (750 mg divisi per 7 giorni). Quindi la somministrazione ogni cinque giorni sarà modificata affinché il dosaggio settimanale venga assunto entro i sette giorni. Successivamente, le altre iniezioni del ciclo di steroidi, per un livello di mantenimento, saranno tutte da 250 mg.

Questa procedura darà come risultato livelli ematici adeguati molto più rapidamente di quanto non avverrebbe cominciando il protocollo con una singola iniezione settimanale. Per quanto riguarda il dosaggio, ci sono molti modi di vedere le cose, ma uno abbastanza semplice e utile è l’utilizzo del Sustanon partendo e incrementando il dosaggio di 250mg/settimana.

250 mg/settimana

Di solito equivale a niente altro che alla terapia sostitutiva di Testosterone ad alto dosaggio. Non vi è alcuna garanzia che l’uso di tale dosaggio settimanale sarà in grado di portare i livelli di Testosterone sufficientemente al di sopra del range di normalità in tutti i soggetti. Questo dosaggio comunque è abbastanza alto da causare l’effetto collaterale di una produzione di LH inferiore al normale oppure alla sua soppressione, ma nella maggior parte dei casi non è abbastanza alto per fornire effetti anabolizzanti veramente apprezzabili. A seconda della sensibilità individuale, questo dosaggio può essere tale da causare effetti collaterali come ginecomastia se non viene utilizzato un inibitore dell’aromatasi, o può essere sufficiente a causare pelle grassa o acne. Gli effetti anabolizzanti del Sustanon possono essere impressionanti, specie in persone predisposte e con un alto grado di risposta al farmaco. Ma questo non è il risultato usuale per questo livello di dosaggio.

500 mg/settimana

A mio parere, questo è il dosaggio minimo ragionevo le per un ciclo di steroidi. Con questo dosaggio la soppressione dell’ HPTA è più marcata rispetto a dosaggi inferiori, però i guadagni ottenibili sono superiori. Anche in questo caso, dato che il Testosterone aromatizza in estradiolo, per i soggetti sensibili/predisposti l’ utilizzo di un inibitore dell’aromatasi può essere richiesto per evitare effetti collaterali estrogeno-dipendenti. Nessuno, credo, riuscirà a non vedere un sostanziale miglioramento dei guadagni muscolari a questo livello di dosaggio rispetto alla situazione fisica naturale, ma il tasso di miglioramento potrebbe essere lento. Otto settimane, tuttavia, sono sufficienti anche a questo dosaggio per un miglioramento molto significativo, a meno che naturalmente non si è raggiunto il limite di tempo sufficiente nel quale l’utilizzatore con questo dosaggio riesca ad ottenere il massimo.

750 mg/settimana

Vedrei questo dosaggio di utilizzo ideale se si sceglie di fare un ciclo con Sustanon. Se viene utilizzato un inibitore dell’aromatasi è improbabile che si verifichi un aumento degli effetti collaterali rispetto a quelli riscontrabili con un dosaggio di 500 mg/settimana, ed i risultati sono sostanzialmente molto superiori.

1000 mg/settimana

Non ho alcun problema a considerare questo dosaggio molto utile per un sollevatore/Bodybuilder serio che sa con precisione quello che sta facendo. Questo, tuttavia, non è un dosaggio troppo aggressivo per un atleta capace di gestire/prevenire i possibili effetti collaterali. A questo dosaggio, la superiorità sulla formazione di nuovo muscolo è drammatica. Un AI, in questo caso, diventa una priorità per molti utilizzatori.

Infine, ci sono naturalmente le dosi di Sustanon utilizzate di 2000 mg/settimana.

Non vedo un motivo logico per arrivare a tale dosaggio se prima non si è raggiunto il limite di crescita possibile–indipendente da individuo a individuo – raggiungibile con 1000 mg/settimana. In tal caso, se gli obiettivi personali lo richiedono, una dose come questa può essere del tutto appropriata. Indipendentemente dal livello del dosaggio utilizzato, la frequenza delle iniezione deve essere almeno di due volte a settimana, anche se è più preferibile che siano almeno tre le iniezioni settimanali.

Spero ancora una volta di essere stato utile a chiarirvi alcuni dei concetti che stanno alla base della chimica applicata al Bodybuilding.

Gabriel Bellizzi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...