TE’ VERDE E INIBIZIONE DEL CORTISOLO

Il tè verde è senza dubbio una bevanda dalle innumerevoli proprietà benefiche. Seconda bevanda più consumata al mondo, dopo l’acqua, il tè verde ( o per meglio dire le sostanze contenute in esso) ha dimostrato attraverso innumerevoli studi scientifici le sue capacità antiossidanti, diuretiche e dimagranti. Ma le proprietà del tè verde non finisco qui. I farmacologi della University Medical School Schleswig-Holstein (Germania) hanno scoperto attraverso uno studio in vitro che il tè verde è un efficace inibitore del Cortisolo.(1)

11-Beta-HSD-1

L’enzima 11-beta-HSD-1 converte l’ormone inattivo Cortisone nell’attivo Cortisolo. Un altro enzima, l’11-beta-HSD-2, converte il Cortisolo in Cortisone.

cortisolcortisone11betahsd


Se si riduce l’azione del’11-beta-HSD-1 negli animali da laboratorio, essi subiscono una perdita di grasso addominale. Le loro cellule diventano più sensibili all’insulina, il loro livello di colesterolo migliora e la loro pressione sanguigna scende. Gli 11-beta-HSD-1 bloccanti potrebbero essere interessanti, per esempio, per il trattamento del diabete di tipo 2.

Tè verde, bianco e nero

Nella medicina tradizionale cinese, il tè è usato nel trattamento del diabete di tipo 2. Ma il tè è così potente da essere un 11-beta-HSD-1 inibitore?
Per cercare di rispondere a questa domanda i ricercatori tedeschi hanno esposto le cellule del fegato ad estratti di tè verde, bianco e nero, aggiungendo il Cortisone per poi misurare quanto Cortisolo era stato prodotto. Tutti e tre i tipi di tè hanno inibito notevolmente la formazione di Cortisolo, ma il tè verde ha dimostrato una superiorità in questo.

teacortisolinhibitor


Ricordiamoci però che il tè verde contiene molte, molte sostanze. I ricercatori hanno esposto le cellule del fegato alle sostanze più importanti presenti nel tè verde per poi misurare quanto bene queste hanno inibito la conversione del Cortisone in Cortisolo.

Due sostanze, (-) – epigallocatechina gallato [EGCG] e (-) – gallocatechina [GC], si sono rivelate essere inibitori del Cortisolo.

teacortisolinhibitor2greeteaphenolics

I ricercatori hanno utilizzato modelli spaziali di 11-beta-HSD-1 per capire come l’EGCG disattivi l’enzima. Hanno così scoperto che l’EGCG subentra in loco dell’enzima destinato al Cortisone. Come risultato la conversione del Cortisone in Cortisolo non può avere luogo.

“I nostri risultati decifrano il meccanismo con cui le catechine, come l’EGCG, o il tè verde in generale, sono stati consumati con successo per migliaia di anni con benefici per la salute in generale”, hanno scritto i ricercatori. “Questi composti polifenolici possono servire come strutture modello per lo sviluppo di nuovi agenti per il trattamento della sindrome metabolica e malattie correlate.”

Un motivo in più per inserire il tè verde (o un integratore di EGCG) tra le bevande (o supplementi) di uso quotidiano.

 

Gabriel Bellizzi

 

Riferimenti:

1- http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24404164/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...